PROGRAMMA

 

Lista

“CENTROSINISTRA PER RIOLO TERME”

Documento politico-programmatico

del centro-sinistra riolese e del candidato a Sindaco, Alfonso Nicolardi

PREMESSA

CONTINUITÀ, DIALOGO E RESPONSABILITÀ, sono le tre parole che sintetizzano il metodo di governo che la lista “Centrosinistra per Riolo Terme” vuole affermare e concretizzare per il prossimo mandato. La scuola, il diritto allo studio e la qualificazione del sistema formativo; un’idea di turismo certamente imperniata su termalismo e benessere ma che sappia intercettare sempre di più quei segmenti turistici legati alle eccellenze enogastronomiche e alle molteplici attività sportive da praticare in un contesto naturale di eccellenza: il Parco della Vena del Gesso; il sostegno al sistema agricolo locale tramite la valorizzazione di tutti i prodotti tipici locali; la ricerca e l’attuazione di politiche per il lavoro con una particolare attenzione alle situazioni di disagio; il mantenimento e l’ottimizzazione della rete dei servizi socio-sanitari nel nuovo contesto allargato della AUSL di Area Vasta Romagna; il mantenimento dell’alto grado di coesione sociale attraverso la fattiva collaborazione con le numerose associazioni di volontariato riolesi. Questi sono i contenuti dell’azione amministrativa e di governo che proponiamo per Riolo Terme, mantenendo costante il dialogo e l’ascolto delle necessità di ogni cittadino. Con l’impegno ad affrontare ogni situazione con coscienza e responsabilità. Tutto ciò in piena continuità per consolidare e perfezionare il lavoro svolto nei cinque anni precedenti.

 

POLITICHE DI BILANCIO E DELLE RISORSE

  • Avanzamento del progetto amministrativo dell’Unione dei Comuni della Romagna Faentina con il completamento del conferimento di tutte le funzioni. Anche attraverso l’unificazione dei regolamenti e delle procedure, si potrà raggiungere l’obiettivo di rendere ai cittadini servizi sempre più efficienti, puntando nel medio termine ad ottenere anche risparmi economici. Tutto questo, realizzando una sorta di “fusione amministrativa” che consenta però di mantenere il rapporto diretto tra territorio ed amministrazione locale.
  • Riorganizzazione degli uffici comunali fino alla creazione di Sportelli Polifunzionali in ogni comune dell’Unione, che possano agevolare e semplificare l’erogazione dei servizi ai cittadini.
  • Precedenza alla realizzazione di quegli investimenti pubblici che consentano al contempo un efficientamento energetico ed un risparmio per le casse comunali. Sono un chiaro esempio gli interventi realizzati in questi anni sugli infissi e per la realizzazione di coibentazioni a diverse nostre scuole ed edifici pubblici o la sostituzione in un solo anno di oltre 200 punti luce di Illuminazione Pubblica con proiettori al LED, già finanziati e prossimi alla realizzazione.
  • Costante impegno nella lotta all’evasione, attraverso il rispetto dei protocolli d’intesa, già siglati con le forze dell’ordine preposte al controllo fiscale.

TURISMO E SVILUPPO ECONOMICO

  • Impegno costante per il turismo e la vocazione termale/alberghiera di Riolo. Con la costituzione della nuova società di promo-commercializzazione IF, aggregando su questi obiettivi tutti gli operatori ed associazioni che operano in ambito turistico. Miriamo infatti a favorire lo sviluppo di un sistema di promozione turistica di area vasta che possa mettere in valore le caratteristiche e le peculiarità della nostra città, ampliando lo sguardo e mettendoci a sistema con gli altri comuni del faentino e dell’ imolese, per raggiungere i grandi canali turistici nazionali ed europei.
  • Pieno sostegno al Parco della Vena del Gesso Romagnola, di cui abbiamo accolto la sede presso il nostro Municipio, per il suo indubbio valore ambientale, paesaggistico e di conseguenza turistico. In particolare, nella nostra vallata, la ristrutturazione dell’ex-casa cantoniera di Borgo Rivola, allestendola come porta d’accesso al Parco e punto ristoro/informazione, in stretta connessione alla vicina Grotta del Re Tiberio. La Grotta, inaugurata 3 anni fa, ha dato risultati eccellenti in termini di visitatori, questo ci incoraggia a pianificare ulteriori implementazioni del sito. Infatti, questo intervento sarà solo un primo stralcio di un progetto più ambizioso, che punta a creare in questi luoghi un distretto attrattivo per nuove fasce di turisti, affascinati da esperienze anche molto singolari. Il progetto già candidato sul bando Por-Fesr asse 5, prevede un collegamento aereo tramite funi d’acciaio sospese tra la Grotta del Re Tiberio e l’Ex-Casa Cantoniera. Questo consentirà ai visitatori di aggiungere all’esperienza culturale e naturalistica, sensazioni uniche ed adrenaliniche, concretamente “volando” sulla valle del Senio.
  • Turismo è anche qualificazione e sviluppo dei numerosi e ben riusciti eventi e manifestazioni legate al territorio riolese e alle sue peculiarità ambientali, agricole ed enogastronomiche. Questo grazie all’indispensabile sinergia e valorizzazione dell’impegno delle Pro Loco e del volontariato in generale, che va supportato in quanto basilare per restituire ai visitatori della nostra città un’esperienza di soggiorno da ricordare.
  • Per questo è necessario affrontare inoltre il tema di un ulteriore sviluppo dei servizi, soprattutto per la mobilità ed i trasporti, al fine di collegare i numerosi punti di interesse del nostro territorio. In questo ambito è già stato progettato e finanziato il progetto di sostituzione dell’attuale ponte pedonale con una nuova struttura che consentirà di mantenere questo indispensabile collegamento tra l’area termale/alberghiera ed il centro storico.
  • Un centro storico che dobbiamo incentivare ed accompagnare in un progetto di riqualificazione sia per quanto riguarda le strutture che le destinazioni d’uso delle stesse. Intendiamo promuovere politiche di sostegno per l’accesso al credito dei privati, oltre ad investire direttamente sulla cura ed il decoro degli spazi e delle strutture comunali, come il parco delle 127 giornate di Riolo terminato di riqualificare nel 2016, ed il parcheggio coperto di via Don Giovanni Costa che necessità di un intervento che ne aumenti il decoro, la capienza e ne migliori la fruibilità.
  • Nell’economia riolese, l’agricoltura riveste un ruolo indispensabile che si esprime sia nell’eccellenza delle produzioni agricole che nella realizzazione di eventi e manifestazioni come la Fiera Agriolo. L’amministrazione non farà mancare il sostegno a questa manifestazione, una vetrina sulle radici rurali delle nostre terre vocate all’agricoltura, alla quale si affacciano migliaia di visitatori e ci consente di riallacciare quel legame con le nostre tradizioni che altrimenti le nuove generazioni rischierebbero di perdere. Un particolare impegno lo vogliamo investire sulla valorizzazione di uno dei prodotti tipici riolesi con il maggior potenziale di sviluppo: lo Scalogno di Romagna. È indispensabile trovare la chiave di volta per il lancio di questo prodotto dalle caratteristiche organolettiche incredibili che gli chef di tutta Italia esaltano nelle loro ricette. Abbiamo già avviato contatti con aziende della grande distribuzione e promosso occasioni di confronto con chi ha già fatto esperienze di successo nella valorizzazione di prodotti della famiglia delle liliaceae, ma la riuscita di un progetto di questo tipo passa necessariamente da una condivisione d’intenti con i potenziali produttori agricoli e le associazioni di categoria che li rappresentano. Nell’ambito degli investimenti per le aziende agricole, intendiamo promuovere azioni finalizzate al miglior utilizzo delle opportunità del Programma di Sviluppo Rurale, consapevoli che il mondo agricolo del nostro territorio, più che in molti altri della regione, ha saputo rinnovarsi con l’ingresso in azienda di una nuova generazione di giovani imprenditori agricoli. Rimane evidente poi la necessità di mantenere in efficienza il sistema della viabilità rurale, anche al fine di prevenire eventi catastrofici come frane e allagamenti.
  • La viabilità di accesso alla nostra città vedrà presto la partenza dei lavori relativi al secondo stralcio della messa in sicurezza della Casolana-Riolese all’altezza della “Riva della Botte” consentendo con maggiore agevolezza il collegamento a monte di Riolo con la frazione di Borgo Rivola ed in generale con l’Alta Valle del Senio. È inoltre di recente attualità la conferma della realizzazione del casello autostradale sull’A14 tra Castel Bolognese e Solarolo. È facile comprendere l’immensa portata per lo sviluppo generale delle nostre comunità di un intervento di questa portata. Siamo convinti che quest’opera, unita alla creazione di risorse finanziarie ed incentivi per l’accesso al credito, possa dare un forte impulso alla valorizzazione della zona artigianale e industriale ancora in corso di completamento.
  • Non meno importanti delle strade ordinarie sono le “strade digitali”. L’amministrazione, che intende proseguire con tenacia nel porre una particolare attenzione su questo tema, dopo aver realizzato una MAN digitale per collegare tutti gli edifici pubblici, ha incentivato la connessione alla Fibra Ottica di diverse aziende nella zona artigianale e nel distretto termale/alberghiero. Dobbiamo assolutamente continuare in questa opera di ampliamento delle reti informatiche ad alta velocità poiché il futuro passa inevitabilmente attraverso questi strumenti. Tramite l’efficace collaborazione con la società regionale LEPIDA, abbiamo in programma di ampliare in maniera decisiva la possibilità di accedere ad Internet tramite la rete WI-FI gratuita pubblica con ben 13 nuovi HOT SPOT che saranno posizionati nei punti di maggior afflusso della città.
  • Grazie alla diffusione della fibra ottica in città, è stato possibile dotare il nostro territorio di telecamere e varchi targa utilissimi a fornire strumenti d’indagine alle forze di Polizia. È nostra convinzione che la sicurezza e la legalità di un territorio passino anche da questi strumenti che riteniamo di dover ulteriormente ampliare. Riteniamo inoltre che potrebbe essere utile adottare un progetto di sicurezza partecipata che coinvolga i cittadini in un sistema di allertamento e maggiore attenzione a ciò che accade nella propria zona di residenza per costruire una rete di sicurezza urbana. Un progetto di controllo di vicinato in cui i cittadini che vivono vicini di casa, sono il fulcro di un sistema che, oltre che a formare una barriera a difesa delle abitazioni, può anche essere utile a creare una comunità più coesa e solidale. Fondamentale in questi progetti è inoltre il sostegno delle forze dell’ordine e il filo diretto che si instaura fra loro e i cittadini.
  • Intendiamo inoltre mantenere la compartecipazione alla costituzione dei fondi fidi delle cooperative di garanzia, a servizio delle imprese.

 

POLITICHE SOCIALI E SANITARIE

  • Impegno a difendere, in ogni modo, la rete dei servizi socio-sanitari per quantità e qualità dei servizi erogati alla popolazione.
  • In particolare, ponendosi come parte attiva nell’avanzamento della progettazione della AUSL Romagna che prevede la costituzione della “Casa della Salute” a Castelbolognese. Questa struttura dovrà essere un punto di riferimento certo, rivolto ai cittadini per l’accesso alle cure primarie. Un luogo in cui si concretizzino l’accoglienza e l’orientamento ai servizi, la continuità dell’assistenza, la gestione delle patologie croniche ed il completamento dei principali percorsi diagnostici che non necessitano di ricorso all’ospedale.
  • I servizi sanitari e le prestazioni specialistiche devono mantenere le caratteristiche di prossimità anche attraverso la prosecuzione nel coinvolgimento delle numerose strutture sanitarie ed assistenziali presenti sul nostro territorio, riconoscendo loro l’importante ruolo che rivestono nella realtà socio-sanitaria riolese.
  • Sviluppo ed ottimizzazione della rete dei servizi sociali che, dopo parecchi anni di esperienza in gestione associata, sono stati definitivamente conferiti all’Unione della Romagna Faentina. Intendiamo ulteriormente sviluppare il progetto del CAG Centro di Aggregazione Giovanile che ha dato risultati molto positivi nel rispondere alle complesse necessità dell’utenza adolescenziale.
  • Vogliamo che Riolo sia un luogo accogliente con tutti, per chi ci vive da sempre, per chi viene da altre regioni italiane e per chi proviene da altri Paesi. Il lavoro svolto in sinergia con l’ASP Romagna Faentina per l’accoglienza dei RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE ne è la prova. L’integrazione e la conoscenza del “diverso” svolgono ruolo rilevante per mantenere coesa, multiculturale e sicura la nostra città.
  • Rafforzamento del presidio a Riolo Terme di SOS Donna. Un punto di riferimento per l’intera vallata in un contesto nazionale in cui casi di violenza domestica e di genere sono purtroppo in continuo aumento. Si potrebbero inoltre programmare giornate di sensibilizzazione su questo tema, presso le scuole locali.

 

POLITICHE AMBIENTALI E URBANISTICHE

  • Nel ciclo dei rifiuti riteniamo indispensabile rivoluzionare l’attuale sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti passando dall’attuale ad un sistema misto stradale/porta a porta. Si tratta in pratica di implementare l’esperienza già consolidata sulla raccolta porta a porta della carta per estenderla anche all’umido ed all’indifferenziata restringendo la raccolta tramite cassonetti stradali solo per Vetro-Plastica-Lattine e Sfalci-Potature. Auspichiamo così un aumento considerevole della percentuale di raccolta differenziata, con obiettivo minimo il pieno adeguamento alle direttive della legge regionale sui rifiuti.
  • Riteniamo sia importante dare esempio di una coscienza civica sul tema della differenziazione dei rifiuti attraverso l’incremento delle attività formative ed educative nelle scuole e delle pratiche ecosostenibili nell’organizzazione delle Feste e degli eventi turistici. Rimane inoltre strategica la presenza sul territorio della stazione ecologica, della casetta dell’acqua, e al recente punto sperimentale di raccolta degli oli esausti collocato nei pressi dell’isola ecologica interrata del Parco Morini.
  • Il tema smaltimento rifiuti ci pone inevitabilmente a confrontarci con l’esistenza della discarica Tre Monti. La responsabilità che deve caratterizzare chi si candida a governare il proprio paese, non può basarsi su preconcetti ideologici o prese di posizione integraliste. Non si può essere favorevoli o contrari a prescindere all’ampliamento della discarica. È di evidente attualità la tragica situazione di una Roma Capitale sommersa dai rifiuti. Valuteremo in piena coscienza e massima attenzione l’eventualità dell’ampliamento e ci esprimeremo favorevolmente nel caso in cui fosse necessario ed indispensabile per la continuità e la sostenibilità dei servizi. Questo esclusivamente a patto che il tutto avvenga nel pieno rispetto delle massime condizioni di sicurezza sia per la salute che per la sostenibilità ambientale, garantite dalle numerose istituzioni tra cui l’ARPAE e l’AUSL che fanno parte della VIA – Valutazione d’Impatto Ambientale.
  • Il riconoscimento delle buone pratiche ambientali attivate dal comune e richieste dalla certificazione EMAS dell’Unione Europea ottenuta dal Comune di Riolo Terme, deve stimolarci a rimanere vigili ed attivi per continuare a meritarsi questo importante certificato ambientale.
  • Per perseguire gli obiettivi urbanistici indicati nel nuovo RUE Regolamento Urbanistico Edilizio al termine della fase di adozione che si concluderà nell’arco della seconda metà del 2017, riteniamo utile attivare momenti d’incontro che possano accompagnare tecnici ed operatori del settore edilizio, nella conoscenza delle nuove modalità ed opportunità che il regolamento prevede.
  •  Il controllo del territorio e la tutela dei cittadini si esplicita in particolare nella codifica e diffusione delle operazioni da eseguire al verificarsi di emergenze e calamità a salvaguradia dell’incolumità della popolazione. È di primaria importanza mantenere aggiornato il Piano di Protezione Civile e verificarne l’efficacia attraverso esercitazioni che coinvolgano e diano consapevolezza ai cittadini, delle operazioni da svolgere al verificarsi di tali eventi.

 

PER UNA COMUNITA’ ACCOGLIENTE E INCLUSIVA

  • Mantenimento dei servizi scolastici nella scuola dell’obbligo, come il trasporto, la mensa, i progetti educativi, il sostegno all’handicap ed i servizi di pre-post scuola
  • Avviare una progettazione che permetta di riformulare la gestione degli spazi sia per la fascia 0/3 anni che per i bambini della scuola dell’infanzia statale 3/6 anni. Allo stesso tempo è indispensabile il mantenimento del rapporto di convenzione con la scuola dell’infanzia paritaria, e con il CRE – Centro Ricreativo Estivo Parrocchiale.
  • Vogliamo ribadire che l’Istituto Alberghiero è per Riolo Terme una presenza assolutamente determinante per l’intera nostra comunità. Seppure la titolarità dell’Istituto è in capo alla Provincia, anche nel rispetto di coloro che 50 anni fa ebbero l’intuizione illuminante che permise la nascita dell’Istituto, abbiamo il dovere di supportarne l’evoluzione e la specializzazione. L’amministrazione uscente infatti, è stata parte attiva nel creare i presupposti che hanno portato ad intercettare i finanziamenti statali, sugli investimenti in edilizia scolastica del governo Renzi per le “Scuole Innovative”. Sono pertanto previsti importanti investimenti per la realizzazione di un nuovi locali che consentiranno all’Istituto un significativo aumento di funzionalità, modernità ed attrattività per il mantenimento e la crescita dei quasi 900 ragazzi che già frequentano la Scuola. Riteniamo inoltre fondamentale, il coinvolgimento ed il contributo tecnico dell’amministrazione nella fase di progettazione.
  • Nel settore sportivo Riolo dispone di una dotazione impiantistica di buon livello, ma sono necessari alcuni accorgimenti per rendere le aree sempre più funzionali, fruibili e sicure. Gli interventi prioritari riguardano sia l’impiantistica, con l’ampliamento degli spogliatoi, la copertura della tribuna dello stadio e l’esecuzione di una nuova struttura coperta per l’area tennis, sia la realizzazione di aree di sosta adeguate ai frequentatori di tutta l’area sportiva. Sarà indispensabile un impegno costante nella ricerca di finanziamenti regionali, nazionali o europei che possano dare compartecipazione alle esigue risorse comunali.
  • Vogliamo mantenere e curare i buoni rapporti con l’associazionismo sportivo, per l’alto valore sul piano educativo che i volontari esprimono con responsabilità e dedizione ma anche per l’impegno fisico che spendono nella gestione ed il mantenimento degli impianti. Sono dunque da confermare e sviluppare i rapporti di convenzione per l’uso delle strutture con le associazioni sportive.
  • L’associazionismo sportivo ha prodotto sul nostro territorio anche eventi di grandissimo livello come il Rally di Romagna. L’amministrazione ha sostenuto ed appoggiato sin dalla nascita questo ambizioso progetto, stimolando gli organizzatori e a sua volta facendosi coinvolgere nella crescita della manifestazione. Un sostegno che non potrà assolutamente mancare oggi che questo evento, partecipato da migliaia di ciclisti MTB provenienti da tutto il mondo, apre un’immensa finestra sull’MTB bike che occorrerà sviluppare al meglio anche in chiave turistica.
  • Non potrà mancare un costante impegno nelle politiche culturali. A partire dalla valorizzazione della Rocca di Riolo e della Sala San Giovanni come contenitori e motori di eventi culturali, alla promozione del ruolo sociale, aggregativo e culturale del Cinema/Teatro
  • La Rocca di Riolo è divenuta una dimostrazione evidente di quanto il connubio Cultura-Turismo possa essere uno degli ingredienti per la valorizzazione del nostro territorio. Certamente una scommessa vinta che ha ancora margini di crescita. Tramite l’accesso a fondi regionali, abbiamo in programma la realizzazione di nuovi allestimenti legati ad esperienze sensoriali innovative come la visualizzazione 3D.
  • La cultura, nelle sue numerose sfaccettature, si alimenta anche nella passione per la Musica. Il rapporto di convenzione ormai consolidato con il Centro Giovani Clips Rag & Rock, consente a numerosissimi riolesi giovani e meno giovani, di potersi avvicinare a quest’arte attraverso i corsi di avviamento musicale. Questa passione dei nostri giovani per la musica si è concretizzata nel Frogstock Festival, un evento musicale che da oltre 20 anni riempie di migliaia di appassionati per la musica di ogni generazione il Parco Fluviale di Riolo Terme e che dal 2002 è entrato a far parte del progetto regionale “E…State in Collina”, promosso dalle amministrazioni comunali di Riolo Terme, Casola Valsenio e Brisighella.
  • Il distretto funzionale in cui si trova la Biblioteca comunale, avrebbe necessità di maggiori spazi. Vogliamo valutare la possibilità di un trasferimento, magari in una zona ancora più centrale, al fine anche di promuovere eventi culturali al suo interno e implementare la disponibilità di strumenti tecnologici per i cittadini.
  • L’amministrazione uscente ha promosso e sostenuto la nascita del CCR – Consiglio Comunale dei Ragazzi. Un’esperienza assolutamente positiva e stimolante per i nostri ragazzi che hanno la possibilità concreta di partecipare ed intervenire nella vita politica e amministrativa della nostra comunità attraverso un proprio organismo. Il CCR può esprimere funzioni propositive e consultive su temi e problemi che riguardano l’attività amministrativa, sulle esigenze e le istanze che provengono dal mondo giovanile ma è anche un’occasione per avvicinare i nostri ragazzi alle istituzioni democratiche del nostro Paese. Questa esperienza deve essere mantenuta ed accompagnata.
  • Attenzione particolare alle frazioni e ai nuclei urbani favorendo il lavoro dei comitati di frazione in modo da mantenere anche nelle frazioni punti di aggregazione, incontro e socializzazione.
  • È indispensabile la collaborazione con tutto l’articolato mondo dell’associazionismo e del volontariato riolese. Questo rappresenta un importante fattore per la crescita della comunità e per il mantenimento di un elevato livello di coesione sociale e di un altrettanto forte senso civico. Il Comune deve sostenerlo e valorizzarlo, soprattutto in funzione del valore sociale e pubblico delle attività svolte. Il comune deve essere punto di riferimento per il cittadino e ci impegneremo ad essere sempre più contattabili, fruibili e diretti nelle informazioni, continuando l’esperienza del SMS informativi e di Comunichiamo, gli strumenti tecnologici saranno implementati, e mantenuti in costante aggiornamento senza dimenticare la comunicazione cartacea. A tal proposito, abbiamo definito un progetto che consentirà di produrre un unico giornale informativo con pagine dedicate all’Unione e ad ognuno dei 6 comuni, che sarà recapitato, con 5 uscite annuali, nelle case di tutti i 90.000 abitanti dell’Unione della Romagna Faentina.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...